Tecnologie e lavoro nel non profit

Excel: bloccare righe e colonne

Vi proponiamo una nuova pillola sull’uso di Excel che semplificherà la vita a molti. Lavorando ad un cronogramma per un progetto di cooperazione è emersa un’esigenza semplice, vista molte volte ma che non è molto chiara nelle guide e manuali di Excel. Quando si ha a che fare con fogli di lavoro Excel molto grandi e con molte colonne e righe l’inserimento dei dati e la consultazione delle informazioni non sono agevoli se non si riesce a leggere le intestazioni di righe e colonne in modo rapido e senza dover far scorrere la pagina fino all’inizio.

Leggi ora!

LinkedIn per il non profit: volontariato e cause nel profilo

Il mondo dei social networks dimostra di rivolgere un crescente interesse per il settore non profit. Ulteriore dimostrazione di ciò è l’introduzione di un’importante novità in LinkedIn , che con i suoi oltre 120 milioni di utenti in oltre 200 paesi è di gran lunga il più popolare tra i social networks dedicati alle relazioni professionali. Adesso gli utenti di LinkedIn potranno contare su una sezione “Volontariato e cause” direttamente nel proprio profilo. Questa novità rappresenta un’ottima opportunità per i sostenitori della propria organizzazione non profit di contribuire a promuovere la mission dell’organizzazione su LinkedIn, semplicemente condividendo le esperienze di volontariato con le loro reti professionali. Gli esperti di LinkedIn affermano che queste nuove caratteristiche del profilo dedicate al mondo del sociale, beneficeranno le ONP in tre modi:

Leggi ora!

Crowdsourcing: una modalità di progettazione per il non profit

Crowdsourcing: elevata qualità del lavoro a basso costo. Questo è il risultato che il crowdsourcing può garantire alle organizzazioni non profit che desiderano risparmiare denaro, mentre svolgono la loro missione. Per “crowdsourcing” si intende la pratica di valorizzare le competenze e l’entusiasmo dei sostenitori di un’organizzazione, che sono disposti a contribuire volontariamente, con il loro tempo e le loro capacità, a risolvere i problemi dell’organizzazione stessa. La collaborazione avviene gratuitamente o a pagamento. Si tratta di un modo per esternalizzare alcune tappe della propria azione in campo sociale, utilizzando a pieno le risorse intellettuali di chi condivide i valori dell’organizzazione non profit. Allo stesso tempo, il crowdsourcing è un modo per chi propone la propria idea di sentirsi realizzato, di mettersi in mostra o di ricavare un piccolo guadagno. Il crowdsourcing può essere utilizzato per raccogliere informazioni, chiedere consigli, risparmiare soldi o ottenere progetti. Può anche aiutare a prendere decisioni, aumentare la partecipazione e riempire di significato i contatti on line.

Leggi ora!