Tecnologie e lavoro nel non profit

RomAltruista: volontari, nonprofit e responsabilità sociale di impresa

RomAltruista è sbarcata a Roma. Costituita come una onlus, RomAltruista si propone di favorire l’incontro tra volontari, organizzazioni non profit e aziende desiderose di intraprendere un percorso di responsabilità sociale di impresa. RomAltruista fa parte della rete internazionale HandsOn, che propone il modello del volontariato flessibile in circa 250 città sparse per il mondo e in questo modo ha contribuito a reperire oltre 30 milioni di ore di volontariato e micro-volontariato a piccole e grandi organizzazioni non profit. La piattaforma on line di RomAltruista, ben costruita e facile da navigare, permette di trovare opportunità di volontariato per chi vuole dedicare il proprio tempo ad una buona causa nella città. Allo stesso tempo le organizzazioni non profit possono entrare direttamente in contatto con i volontari. Un meccanismo semplice e dalle grandi potenzialità.

Leggi ora!

Crowdfunding musicale: Microfundo

La musica è un elemento di integrazione sociale. Lo sappiamo. In giro per il mondo sono moltissimi i progetti per l’integrazione socio-economica dei giovani mediante l’arte e i linguaggi musicali. I risultati a livello locale sono spesso positivi, con evidente riduzione della violenza e aumento della coesione sociale. Solo in Brasile si contano centinaia di Ong locali che operano in questo campo e molte di esse, con le loro scuole di musica, oltre a dare una speranza di riscatto a chi vive in contesti marginali, hanno dato un forte contributo al recupero e alla valorizzazione del patrimonio musicale popolare regionale.

Leggi ora!

Ecomuseo e mappa di comunità on line

Questa volta BaleiaBlog vi vuole parlare di montagna, del concetto di ecomuseo e dello strumento della mappa di comunità. Il tema del rapporto tra società e territorio è stato già affrontato più volte dal BaleiaBlog. La questione non è semplice e sicuramente esula dagli argomenti trattati dal nostro blog. Tuttavia il tema c’interessa molto e ci appassiona non poco. Giorni fa abbiamo avuto il privilegio di visitare il museo della Vallesanta. Si tratta di una delle strutture in cui è articolato l’Ecomuseo del Casentino in Toscana, Provincia di Arezzo. Un ecomuseo è un “museo diffuso”, il cui patrimonio è costituito dagli ambienti di vita tradizionali, il paesaggio, gli aspetti storico-artistici di un territorio. L’ecomuseo è un amplificatore sia verso l’esterno sia verso l’interno del territorio che vuole raccontare, nell’intento di far conoscere chi e cosa si muove e si è mosso al suo interno. L’ecomuseo si pone l’obiettivo di preservare tutto ciò, di restaurarlo e soprattutto di valorizzarlo. È un patto con il quale la comunità si prende cura di un territorio. L’Italia di oggi tratta le montagne, le valli isolate e i territori lontani dalle città come luoghi da sfruttare per vacanze mordi e fuggi, utili tutt’al più per

Leggi ora!

Seguici sempre!

Contatti

Sito Web: http://www.baleia.org
Email: comunicazione@baleia.org