LinkedIn per il non profit: volontariato e cause nel profilo

Il mondo dei social networks dimostra di rivolgere un crescente interesse per il settore non profit. Ulteriore dimostrazione di ciò è l’introduzione di un’importante novità in LinkedIn , che con i suoi oltre 120 milioni di utenti in oltre 200 paesi è di gran lunga il più popolare tra i social networks dedicati alle relazioni professionali.

Adesso gli utenti di LinkedIn potranno contare su una sezione “Volontariato e cause” direttamente nel proprio profilo. Questa novità rappresenta un’ottima opportunità per i sostenitori della propria organizzazione non profit di contribuire a promuovere la mission dell’organizzazione su LinkedIn, semplicemente condividendo le esperienze di volontariato con le loro reti professionali.

Gli esperti di LinkedIn affermano che queste nuove caratteristiche del profilo dedicate al mondo del sociale, beneficeranno le ONP in tre modi:

  • Diventerà più facile per i vostri sostenitori diffondere l’operato e della vostra associazione. Una volta aggiunte le esperienze di volontariato nel proprio profilo LinkedIn, tutta la rete di contatti riceve una notifica e l’esperienza di volontariato rimane in modo permanente nel profilo della persona.
  • Aiuterà l’organizzazione non profit a trovare sostenitori e a capire chi altro tra i contatti del proprio volontario o ex-volontario potrebbe essere interessato a instaurare un rapporto di volontariato. Allo stesso tempo le organizzazioni del terzo settore possono ricercare tutte le persone presenti su LinkedIn che abbiano collaborato con essa.
  • Infine, le organizzazioni non profit potranno ottenere informazioni, utili in chiave fundraising, sulle professionalità dei propri volontari e sostenitori.

Ovviamente, per aumentare l’utilità di LinkedIn per il non profit, il consiglio è quello di aprire una pagina dedicata alla propria organizzazione, specificando il carattere “non profit” dell’organizzazione.

LinkedIn per il non profit

Per aggiungere le esperienze di volontariato e le cause nel profilo, gli utenti LinkedIn non dovranno far altro che aggiungere una sezione quando modificano il profilo e selezionare la sezione “Esperienze di volontariato e cause”.

Simone Apollo

Simone Apollo - Sociologo esperto di America latina, cooperazione internazionale, fundraiser e specialista di SEO e web-marketing per il non profit.

More Posts

Follow Me:
TwitterLinkedInGoogle Plus