blog

Scegliere un hosting web per il proprio sito internet

Prima di avviare un nuovo progetto web è necessario valutare con attenzione la migliore soluzione per l’hosting su cui si appoggerà il nuovo sito internet. Le aziende che offrono servizi hosting sono molte e in rete si possono trovare molteplici possibilità e piani tariffari. Il nostro consiglio al riguardo è uno: scegliere lo spazio web e in generale l’hosting con il miglior rapporto qualità prezzo, optando per un profilo web più solido (e costoso) per i siti cui teniamo di più e cercando di risparmiare qualcosa (senza mettere da parte la qualità) per i siti meno importanti, di carattere provvisorio e meno elaborati dal punto di vista tecnico (per esempio i siti statici, che sono in generale meno esposti agli attacchi degli hackers). Ma quali sono gli aspetti da tenere in considerazione al momento di acquistare i servizi hosting per un nuovo sito? In particolare, quali sono gli elementi che un’organizzazione non profit deve tenere in considerazione? Questo breve articolo cerca di fare un po’ di chiarezza.

Leggi ora!

Call to action: uno sguardo al non profit anglosassone

Il concetto di call to action è strategico nel web marketing in campo commerciale e lo è altrettanto nel campo del non profit. I siti web sono canali privilegiati mediante i quali le organizzazioni del terzo settore posso veicolare i propri messaggi e far approdare nuovi “clienti” ai servizi che esse offrono. La differenza fondamentale è che nel caso che a noi più sta a cuore (il non profit, appunto) non si ha a che fare con dei clienti che acquistano un prodotto ma con dei sostenitori che fanno propria una causa a favore del bene comune. Call to action in ambito commerciale In ambito commerciale una call to action è un richiamo che stimola l’utente di un sito (per esempio in un portale di e-commerce) ad interagire in modo più diretto con l’azienda che propone il prodotto. La call to action consente di aumentare le conversioni verso obiettivi prefissati attraverso un’azione semplice ma significativa: il fatto che un visitatore generico decida di aumentare il livello di approfondimento riguardo ad uno specifico prodotto vuol dire molto, poiché se il sito è ben progettato e i prodotti ben presentati, c’è la probabilità di trovarsi di fronte ad un nuovo cliente.

Leggi ora!

La tartaruga marina e il sacco di plastica

Recentemente un veterinario argentino del Bioparque de Temaikén ha lanciato l’allarme per le troppe tartarughe marine che, da quelle parti, muoiono dopo aver ingerito sacchetti di plastica, scambiandoli per meduse fluttuanti in acqua. Sono venuto a conoscenza del problema durante una conferenza sulla gestione dei rifiuti cui ho appena partecipato nella Pampa, a centinaia di chilometri dal litorale e da allora ho continuato a circolare tra i miei pensieri causandomi non poca tristezza. Chiaramente, il pianeta in cui viviamo è testimone di numerose e ben peggiori atrocità, ma il fatto che una creatura bella, pacifica, innocua ed ingenua possa morire soffocata per un’idiozia facilmente evitabile è difficile da accettare.

Leggi ora!